E chi fuma

No no, non sto fumando in ufficio.
Quelle sigarette sulla scrivania? Non sono mie.
No no, neppure quel posacenere.
Questa sigaretta accesa tra le mie dita? Non è mia..
Manco la mano è la mia!

Tu lego!

Sei una donna articolata,

complessa.

Sei come una scatola piena di pezzi della lego,

ci potresti costruire di tutto

ma tocca avere la pazienza di montarli,

ed io ti vorrei veramente montare.

Cado e mi frantumo

E poi questo vivere come si vive
con la mente in comune.
La massa lo impone
è giusto così.
Poi c’è chi cade dal nido
e cadendo vede questa realtà rovesciata
i colori diversi
persino le proprie mani sono altre mani.
Il braccio diventa debole
cade lo scudo e si frantuma
dai resti nasce un occhio
che si gode il panorama.
Io precipito
ed è un panorama magnifico.

Back to top