Confesso

Penso sempre di sapere come si comporteranno i buoni
li vedo tutti prevedibili e uguali, come dei cloni.

E se in una persona vedo solo robaccia, nessun problema
la liquido con una battuta sbattuta in faccia
e una parolaccia…
poi magari gli faccio pure la linguaccia.

No, non sono malvagio…
credo che pure i brutti meritino amore, ma dovrebbero pagarlo a ore.
E credo che Dio sia depresso, dovrebbe fa più sesso.

E quando vedo un tizio seduto al bancone di un bar
che per tutto il giorno se ne resta inutile come le palle di suo padre
penso che arrivata la sera torni a cullarsi nella lacrima, rassegnata, di sua madre.

E credo che parlare significhi ascoltare
ma poi ti ficcherei in una botte da buttare a mare
o da incendiare, o qualcosa che faccia male in rima con are…
che non faccia troppo cagare.

Si, ti consiglio all’amico che odio, e le frattaglie le paghi in regalo.
Faccio quello che vuoi per farti fare quello che voglio
poi ti piazzo in mano un bicchiere senza vino ma pieno di orgoglio.

E quando vedo una vecchietta dietro la finestra, mi pare subito una civetta
che mentre la minestra cuoce lenta, ricorda la sua vita maledetta
e al passare di un relitto si fa il segno della croce
ma sottovoce ribolle nell’odio atroce.

E poi faccio degli incubi a forma di sogni e sogni che sembrano favole
e posso solo guardarli perché saltano oltre le nuvole.
E mi condanno a contare i brandelli di carne disperata e trita caduta da quei sogni
come coriandoli che galleggiano in quel mare
regalato a chi non sa nuotare.

La speranza mi muore sempre un attimo dopo strisciando di nascosto nell’ultimo sospiro, come nel cigolio di una giostra al suo ultimo giro.

Ma alla fine, della vita so una cosa
che non è poi così male
ma meglio farla sembrare morta ammazzata
per una qualche causa naturale.

Per quella che sei

Vorrei essere cancellato dal vento senza neppure accorgermene

e vivere nei tuoi ricordi

e nell’aria che respiri

essere quel vento che asciuga le tue lacrime con una carezza

Ti voglio da una vita senza vederti e ti guardo

per quella che sei

voglio ogni tuo difetto.

sei il mio opposto.

amo ciò che non sono

senza contare gli anni.

sei la donna della mia vita mancata e un desiderio che si rinnova ogni giorno

e che profuma sempre di fresco.

Back to top